You are here:

Mondiali d'Ungheria

Con il Mondiale di Szeged si è concluso l’impegno in Azzurro di Alessandro Balbo e, almeno per quanto concerne la velocità, di Elisabetta Maffioli. Dall’Ungheria nessuna medaglia Azzurra, ma tanto da vedere, soprattutto molto da dire, ma poiché vi sono circostanze in cui è opportuno il pensare, si va oltre per ricordare la bella prestazione del K2 200  Balbo-Spotti, settimo in finale A, e la prova di Elisabetta Maffioli che, palesando grande maturità, ha saputo trascinare, sino a sfinimento, il K2 500 con Meshua Marigo al secondo posto della finale B. La kermesse ungherese ha offerto agli atleti ed ai moltissimi sostenitori la possibilità di vivere un’esperienza unica, indimenticabile! Dopo la cerimonia d’apertura, svoltasi sotto un cielo carico di nuvole minacciose e fragore di tuoni, la manifestazione ha beneficiato di un sole sempre più caldo tanto che nella giornata di domenica 20 si è raggiunta la temperatura di 40° C, combattuta con granite, gelati, bibite e tanta acqua. A Szeged si sono succeduti, velocemente, quattro giorni di grande spettacolo da godere in un impianto sorvegliato, con inflessibile severità, da un imponente servizio d’ordine che ha gestito al meglio l’evento. Gulash, pollo, carne di maiale, patate, salse, zuppe, panini e dolci, consumati in grande quantità, hanno reso piacevoli gli intervalli tra le gare in un bailamme di tamburi, trombe e trombette, vociare, cori di incitamento e applausi. In breve: un’esperienza semplicemente fantastica, in un Paese che sa vivere anche di canoa!

Alessandro ed Elisabetta ai Mondiali in Ungheria

Nella mattinata di martedì 15 luglio la Nazionale di canoa Junior e Under 23 lascerà, dopo un mese, il lago di Mergozzo, alla volta di Szeged, in Ungheria, dove, nei giorni 17-18-19-20, si disputeranno i Campionati Mondiali di Velocità. Con gli Azzurri partiranno anche Alessandro Balbo ed Elisabetta Maffioli, portacolori del Mergozzo Canoa Club. La mente corre a dieci anni fa, quando, bambinetti, Ale & Eli iniziarono a pagaiare. In verità Alessandro iniziò l’anno prima: nel 2003 e l’anno seguente, compagni di scuola, convinse Elisabetta ad avvicinarsi alla canoa. Senza timore di esagerazioni, si può affermare che di strada, meglio di acqua, ne hanno percorsa, anzi solcata!! Tanto da potersi togliere la soddisfazione di partecipare ad un mondiale nel tempio della canoa: l’Ungheria: sarà sicuramente un’esperienza indimenticabile!

Verso l'Ungheria

Archiviato l’Europeo di Velocità di Mantes la Jolie, è già iniziato, sempre a Mergozzo, il raduno in vista dei Campionati Mondiali in programma il prossimo mese di luglio in Ungheria. Il Tecnico Federale Ezio Caldognetto ha riconfermato le sette atlete Junior del kayak, tra queste Elisabetta Maffioli. Confermati, con Alessandro Balbo, anche  tutti gli atleti Junior del kayak. Elisabetta ed Alessandro saranno pertanto presenti a Szeged nel tempio della canoa per una nuova fantastica esperienza. Quelle che separano gli atleti dal Mondiale saranno giornate impegnative: per eguagliare i risultati di Mantes occorrerà lavorare e faticare davvero tanto, ma il  gareggiare in Ungheria costituisce sicuramente un fortissimo stimolo!

 

Nel frattempo grande è la soddisfazione del Presidente Dario Mittino che può crogiolarsi nell’ammirare due suoi atleti tra gli Azzurri in ritiro sul lago di Mergozzo. Non è minore l’appagamento per l’Allenatore Marco Mittino capace di ottenere il massimo dei risultati spaziando dai 200 metri alla Maratona! Momento straordinario per il Borgo che, nel suo essere men che minuscolo, sa comunque esprimere atleti tanto silenziosi quanto valorosi.

 

Sono disponibili su https://www.flickr.com/photos/3emmecanoa/sets/ le foto degli Europei di Velocità e degli allenamenti del 7 luglio sul nostro lago.

Pagina 1 di 16

 
 
 
 

Community

Photogallery

Videogallery